Studio Dentistico Odontoiatrico Dott. Vuolo Telefono : 089 22 14 68

Via Michelangelo Testa n° 8 SALERNO

Terapia  Conservativa a Salerno . Studio Odontoiatrico Dott. Gianfranco Vuolo

terapia conservativa  dentale SALERNO .jpg

La TERAPIA CONSERVATIVA   è quella disciplina odontoiatrica, che si occupa del “restauro” ovvero della ricostruzione non protesica dei tessuti dentali distrutti dalla carie.

L’odontoiatria conservativa è una branca dell’odontoiatria restaurativa che si occupa della cura dei denti cariati, delle procedure per l’eliminazione della carie e di quelle relative alla chiusura delle cavità risultanti dall’eliminazione dello smalto e della dentina cariata, tramite l’utilizzo di appositi materiali.

Le carie possono essere superficiali o profonde. Nel primo caso ci si limita ad asportare parte della dentina e dello smalto interessati dalla carie, otturando il dente con appositi materiali (amalgama d’argento o compositi). L’uso delle amalgame d’argento (a causa del contenuto in mercurio) è stato sostituito ormai dai materiali compositi che per le loro caratteristiche adesive permettono una preparazione della cavità cariosa meno ampia rispetto all’uso dell’amalgama che richiedeva cavità dalle caratteristiche particolari perché fossero ritentive. Nelle carie profonde vi può essere un interessamento della polpa del dente, contenente anche le fibre nervose, e allora si ricorre alla cura canalare detta anche devitalizzazione.

Il termine conservativa indica l’obbiettivo di tali cure, cioè di conservare i denti altrimenti distrutti dalla carie.

Si avvale dell’uso di materiali estetici detti compositi che hanno una scala colori così ampia da consentire ricostruzioni anche estese, senza che si noti alcuna differenza tra la parte naturale e quella ricostruita.L’odontoiatria conservativa ha l’obiettivo di curare i denti distrutti dalle lesioni cariose.
Nel caso di lesioni superficiali ci si limita ad asportare il tessuto dentale interessato dalla lesione e a ricostruirlo, mediante appositi materiali, in una fase successiva. In caso di carie profonde può essere presente una compromissione batterica anche della polpa dentale; in queste condizioni bisogna rimuovere la polpa dentale e poi procedere alla ricostruzione.
Oggi l’odontoiatra si avvale di materiali sempre più estetici e sicuri rispetto alle vecchie ricostruzioni in amalgama (color argento): in questo modo il dente ricostruito avrà un aspetto il più naturale possibile.

Terapia _conservativa_Dentale indiretta _Prima _dopo

Terapia Conservativa, Terapia Conservativa, Terapia Conservativa, Terapia Conservativa, Terapia Conservativa, Terapia Conservativa, Terapia Conservativa, Terapia Conservativa,

Terapia Conservativa

ENDODONZIA
Con questo termine ci riferiamo a tutte le terapie che riguardano lo spazio all’interno del dente occupato dalla polpa dentaria. Quando il dente si ammala vi può essere un’alterazione irreversibile del tessuto pulpare e le cause possono essere molteplici: carie molto profonde, traumi dentali, sensibilità dentinale eccessiva, necrosi del tessuto pulpare stesso.
In tutti i casi suddetti la terapia consiste nella rimozione della polpa dentale ormai danneggiata e la sostituzione dello spazio occupato da questa con materiali che non si riassorbono e che non permettono ai batteri di contaminare nuovamente l’elemento dentale. La reinfezione dell’elemento già curato si manifesta clinicamente attraverso lesioni a livello dell’apice del dente, gonfiore in corrispondenza di tale area ed ascessi.

PEDODONZIA
È l’odontoiatria rivolta ai bambini e focalizzata prima di tutto sulla prevenzione.
Compito del dentista è suggerire una dieta corretta, educare il bambino all’igiene orale, praticare la sigillatura dei solchi, individuare alterazioni nel normale sviluppo facciale e soprattutto cercare la collaborazione dei piccoli pazienti. Tra le patologie più frequenti a carico dell’apparato dentario del bambino troviamo:

  • Carie
  • Pulpite
  • Ascesso
  • Sindrome da biberon (grave carie dei denti decidui, può essere favorita da un’igiene orale limitata e dall’uso continuo del biberon con liquidi molto zuccherini).

Prevenire l’insorgenza di queste patologie o intervenire precocemente è fondamentale per evitare che ci siano delle ripercussioni a carico dei denti permanenti quali rallentamenti dell’eruzione o malposizione dentale. Permette anche di evitare la prematura perdita dei denti decidui, che nella maggior parte dei casi è causa di perdita di spazio nell’arcata dentale ed affollamento.

 Terapia  Conservativa, Terapia  Conservativa, Terapia  Conservativa, Terapia  Conservativa, Terapia  Conservativa, Terapia  Conservativa, Terapia  Conservativa, Terapia  Conservativa, Terapia  Conservativa, Terapia  Conservativa,

089/221468

PRENOTA APPUNTAMENTO
Clicca qui

Torna su